Non lasciar morire “Future Shock”!!!

(tratto dal sito web della rivista “Future Shock” – pubblicazione di saggistica e narrativa di fantascienza di Antonio Scacco)

R A R I    N A N T E S

Gentile Amica, Gentile Amico,
anzitutto, grazie per l’intenzione di richiedere una copia-omaggio di “Future Shock”, una delle sempre più rare fanzine di fantascienza circolanti, oggi, in Italia: non lasciarla morire! Non abbiamo contributi né privati, né statali: la nostra è un’iniziativa che si regge sul sostegno dei nostri lettori. Comprenderai che per portare avanti una pubblicazione come “Future Shock”, un volumetto (cm 21×14,50) di pp.84 con illustrazioni in b/n e del peso di g 125, è un’impresa al limite dell’impossibile, specialmente oggi che le spese postali sono aumentate in modo vertiginoso. Se vuoi dunque una copia-omaggio, non ti chiediamo il rimborso del prezzo del volumetto (€ 5,00), ma almeno quello delle spese postali (euro 2,00). Se poi vuoi abbonarti, ecco le condizioni: 1 numero (pp.84 formato 1/2 di A4) € 5.00; 3 numeri € 15.00; 6 numeri € 27.00 + libro-omaggio a scelta tra: Fantascienza umanisticaCritica pedagogica della fantascienza.

Per l’invio del contributo, puoi utilizzare:

a) ccp n.28418655, intestato a Scacco Antonio, via Papa Giovanni Paolo I°, n.6/M-A, 70124 BARI;
b) ricarica postepay alla carta n. 4023600569328349 intestata a Antonio Scacco;
c) versamento Bancoposta online al seguente IBAN: IT22 X076 0104 0000 0002 8418 655, intestato come il ccp;
d) bonifico bancario Banco di Napoli all’IBAN: IT74 N010 1004 0060 0004 2000 098, intestato come sopra;
e) tramite PayPal, utilizzando l’indirizzo email futureshock@alice.it

Per ulteriori informazioni, chiarimenti, suggerimenti, etc., scrivici: futureshock@alice.it


3 Risposte to “Non lasciar morire “Future Shock”!!!”

  1. “Non sono d’accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu lo possa dire.” (Voltaire)

    Mi piace

  2. A me dispiace sempre se una fanzine di fantascienza muore, soprattutto Future Shock che esiste da più di 20 anni.
    Però se le scelte editoriali lasciano a desiderare, i racconti non sono scelti, e soprattutto si ripetono sempre le stesse cose, in modo poco dialettico, senza utilizzare cioè le vere armi della fantascienza: sense of wonder, sorpresa, novità, immaginazione senza limiti. Invece si respira aria di scientismo, cattolicesimo dogmatico, ripetitiva critica pedagogica.
    Come può incutere interesse qualcuno che sembra non interessarsi alle diverse prospettive dei generi?

    Mi piace

    • Capisco cosa vuoi dire… Sarebbe opportuna una risposta da parte del creatore/direttore. Il discorso è complesso: io mi limito a ospitare un appello perché anche a me, come te, dispiace quando un prodotto editoriale, che non possiamo considerare come una ‘meteora’, scompare…
      Ciao!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: