Il gatto di Istanbul

La tua acerba innocenza non conosceva

l’inarrestabile crudeltà della strada

maestra di morte.

Avvenne così, nell’indifferenza trafficata

riscoprendo un’orrenda caducità,

macabro scherzo di uno Schrödinger turco.

La testa schiacciata dalla feroce ruota della selezione

dopo giochi spensierati di finte lotte

per allenarsi nella palestra dell’istinto.

Sui marciapiedi di un’esistenza effimera

si dibatteva, calda e fiera

una disperata voglia di vivere.

Immagine assurda, veloce

oscuro presagio all’inizio del cammino.

In un istante tenerezza e incubo coincisero,

insegnando la sottile differenza

tra l’essere e il non essere.

Ancora oggi nei miei pensieri

scelgo un’ignorante cecità

prevedo quella tragica scena non richiesta

e volgo lo sguardo verso occidente

per non soffrire e continuare il viaggio.

3622600344_301cd399e5

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: