Che il cielo ti sia lieve

pioggia-mercati

Moribondi estivi in cerca di un giorno in più

prolungano testardi la loro permanenza

sul pianeta vacanza in crisi economica,

l’uomo in divisa ascolta fedele nei secoli

le ragioni di microguerre senza cronaca.

Quanto corto deve essere il tuo pudore

affinché possa chiederti il prezzo del piacere?

Vite precarie chiudono i battenti cigolanti

sotto il peso luminoso di un cielo zincato,

anche l’aria sembra giudicare,

i movimenti facili di ieri

trasudano velocità di piombo,

catene inossidabili come nuvole nere

rallentano la volontà di futuro.

VIDEO CORRELATO: “Urlando contro il cielo” – Ligabue

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: