Katana Club

2002516409_questura_nazisti_44

Antichi simboli d’acciaio

adornano i rifugi di patrie sbagliate

moderni residui da repubbliche disperate.

Sopravvissuto a patti verso oriente

ricerchi onore e ordine

nell’odio di strada.

Un lombrico percorre

il filo della lama,

non lo ferisce

il taglio dismesso.

3 Risposte a “Katana Club”

  1. L’ha ripubblicato su Pomeriggi perdutie ha commentato:

    Sulla cultura fascista che sopravvive sottotraccia fin dal termine del secondo conflitto mondiale e sulle arti marziali usate male per la violenza di strada.
    A chi non vede alcun nesso tra i fatti di sangue italiani e lo sdoganamento della violenza nelle forze dell’ordine americane, consiglierei di aprire bene gli occhi e di guardare un po’ di più al passato. Tutto è collegato e il passato prima o poi ritorna!

    (Tratta dalla raccolta “Nessuno nasce pulito”, ed. nugae 2.0 – 2016)

    Piace a 1 persona

  2. Tra croci celtiche e braccia tese anche i poeti cantano
    – Hitler mon amour –
    Su prati fioriti, con flauti bianchi
    Per camerati romantici, di ieri, oggi e domani.

    Tra affondi e fendenti e note di Wagner
    Tra musicanti di stato e giullari
    Tutti insieme
    Danzando e inneggiando – Alle armi e allo scudo –

    ” Poiché la falange é punta di diamante squarcia il petto e riempie la penna di rosso viscoso ” .

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: