Archivio per Gliese 581g

Gli “epigoni” di Fredric Brown

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 29 maggio 2011 by Michele Nigro

L’avevo preannunciato alcune settimane fa: è finalmente ordinabile l’antologia di racconti brevissimi “Il Magazzino dei Mondi” (collana Fantascienza.com n.18 – Delos Books, a cura di Franco Forte contenente 181 racconti di fantascienza, tra cui il mio intitolato “Un posto al sole” e da alcuni considerato più fantasy (heroic fantasy con ambientazione in stile planetary romance?) che sci-fi vero e proprio, liberamente ispirato alla notizia scientifica (vera!) riguardante la scoperta del pianeta Gliese 581g, simile alla Terra e caratterizzato dal fatto che “mostra sempre la stessa faccia al suo sole e quindi metà della superficie si trova perennemente al buio e al freddo”.

Affermava con un po’ di sana malizia Faulkner: chi non sa fare poesie scrive racconti, chi è inadatto al racconto ripiega sul romanzo. Aggiungerei io, contraddicendo in parte il noto scrittore: chi scrive racconti brevi (o brevissimi) deve saper unire la sintesi e l’istantaneità della poesia alla capacità descrittiva del romanziere. Fornire tutti gli elementi che servono al funzionamento della storia, utilizzando poco spazio: un compito non facile e che non sempre riesce. Io c’ho provato!

Dal sito della DelosBooks:  “Chi non ricorda i racconti brevi (ad esempio “La sentinella”, nota del blogger), fulminanti, di Fredric Brown? Piccoli gioielli forse inarrivabili, che toccavano le mille sfaccettature del fantastico e della fantascienza, facendoci divertire e appassionare. Questo Il Magazzino dei Mondi vuole essere un tributo al grande maestro della narrativa breve di fantascienza, e lo fa attraverso 181 racconti scritti da 181 autori diversi, un’impresa condotta a lieto fine sul forum online della Writers Magazine Italia, dove gli autori si sono confrontati con la redazione in una kermesse letteraria di altissimo profilo, che ha dato vita a questa stimolante raccolta. La fantascienza italiana è ancora viva e piena di giovani autori capaci di scriverla, come dimostra Il Magazzino dei Mondi.”

Un posto al sole

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , on 1 marzo 2011 by Michele Nigro

Un posto al sole

Quando l’abitante di Lucifera vide la sua lama affondare nella pelle scura dell’avversario, capì che ancora una volta il suo angolo di luce non sarebbe stato violato.

Un riflesso partito dal metallo dell’arma, illuminando il torace del perdente fino a lambire il collo e la mascella, aveva finito per evidenziare un rivolo vermiglio: il sangue dell’altro come dono sacrificale da offrire al dio sole.

Lucifera e Nictalopia, i due emisferi del pianeta dalla doppia faccia: l’uno perennemente illuminato, l’altro condannato all’oscurità eterna. Da millenni, da quando il lento ma inesorabile mutare del moto rotatorio aveva costretto metà della popolazione di Statikos ad attendere la morte immersa in una notte senza fine, il pianeta viveva in uno stato di guerra permanente: dapprima furono le pallide genti di Nictalopia a muovere battaglia contro i fortunati abitanti di Lucifera. La disperata conquista dei raggi solari necessari per produrre cibo ed energia aveva causato un nuovo odio fratricida.

In seguito alla definitiva sconfitta degli abitanti del lato oscuro, il conflitto aveva trovato una diversa fonte d’ispirazione nel sovraffollamento di Lucifera: la vincente popolazione dell’emisfero illuminato era cresciuta a dismisura e la difesa del proprio posto al sole rappresentava ormai la priorità dei sopravvissuti vincitori.

Combattere con tutte le proprie forze per restare nella luce o migrare verso Nictalopia e andare incontro a morte certa.

Le periodiche stragi gladiatorie organizzate dal Governatore di Lucifera servivano a ristabilire l’equilibrio sotto il sole: la guerra, sola igiene del mondo illuminato. Ma si trattava di una guerra ripartita nel tempo e scientificamente organizzata, di una mattanza progettata secoli addietro e divenuta pian piano usanza tribale, appuntamento pubblico, gioco necessario, per alcuni rito religioso propiziatorio…

Il vincente abitante di Lucifera estrasse il fendente dal corpo esanime del concorrente scelto dalla sorte. Non conosceva il nome di quel casuale conterraneo steso morto dinanzi ai suoi piedi e non aveva nutrito odio nei suoi confronti prima del combattimento: aveva solo difeso il suo futuro e la sua fetta di luce. Aveva semplicemente rispettato la feroce legge di Lucifera.

Senza entusiasmo e con un forzato gesto plateale alzò la sua arma insanguinata verso il sole.

La sconfinata valle assolata intorno alla capitale di Lucifera era un luccichio di lame vincitrici. I legittimi proprietari offrivano alla vitale stella la loro vittoria stagionale.

IMMAGINE by PEDRAM ANVARYPOUR

NOTIZIA CORRELATA: “Scoperto pianeta simile alla Terra”

Pomeriggi perduti

quasi un litblog di Michele Nigro

POLISCRITTURE 3

laboratorio di cultura critica

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

Leggo e cammino

Amo leggere, amo camminare e amo fare le due cose insieme (non è così difficile come sembra)

Maria Pina Ciancio

Quaderno di poesia on-line

LucaniArt Magazine

Riflessioni. Incontri. Contaminazioni.

Fantascritture - blog di fantascienza, fantasy, horror e weird di gian filippo pizzo

fantascienza e fantastico nei libri e nei film (ma anche altro)

Le parole e le cose²

Letteratura e realtà

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

internopoesia.com/

Il blog di Interno Poesia

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

Iannozzi Giuseppe -scrittore, giornalista, critico letterario - blog ufficiale

Emanuele-Marcuccio's Blog

Ogni poesia nasce dalla meraviglia...

DEDALUS: corsi, testi e contesti di volo letterario

Appunti e progetti, tra mura e spazi liberi

i sensi della poesia

e in pasto diedi parole e carne

La Camera Scura - il blog di Vincenzo Barone Lumaga

Parole, storie, pensieri, incubi e deliri

La Mia Babele

Disorientarsi..per Ritrovarsi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: