Archivio per racconti

La Fantareligione di IF

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , on 30 maggio 2013 by Michele Nigro

RACCONTI INEDITI PER IF “INSOLITO E FANTASTICO”

Bando di concorso

1. La rivista IF “Insolito e Fantastico” bandisce un concorso di narrativa a cadenza trimestrale per racconti di fantascienza e fantastico da pubblicare nei prossimi numeri.

2. I racconti devono essere inediti e a tema, in riferimento all’argomento monografico trattato dalla rivista.

3. Ogni autore può mandare al massimo due racconti per ogni tema.

4. La lunghezza non deve essere superiore alle 30.000 battute (spazi compresi), e vanno inviati all’indirizzo mail: rivistaif@yahoo.it

5. Il tema del primo appuntamento è FANTARELIGIONE, con scadenza il 15 settembre 2013. Saranno presi in esame solo i testi che perverranno per posta elettronica entro tale data.

6. La partecipazione al concorso è gratuita e i migliori racconti, scelti da un comitato di lettura, saranno pubblicati sul numero 15 di IF.

7. Gli autori selezionati riceveranno in premio un abbonamento omaggio alla rivista.

ms2d79

“La Signora degli Anelli” e La Dieta Delkazz

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 6 agosto 2012 by Michele Nigro

Il mio racconto “La Signora degli Anelli e la Compagnia degli Anoressici” è stato pubblicato, insieme ad altri otto contributi di altrettanti Autori coinvolti, nell’antologia edita da Velvet Hands Edition e intitolata “La Dieta Delkazz”, sottotitolo “Nove ricette semiserie per (non) dimagrire”. Già a partire dal titolo e dal sottotitolo s’intuisce facilmente che si tratta di un progetto editoriale accompagnato da una non trascurabile dose di goliardia e di necessaria ironia. Mi sono molto divertito a scrivere questa storia (ringrazio Vuerre, un’autrice presente nell’ebook, per avermi invitato a partecipare) e mi auguro che i Lettori si divertiranno nello stesso modo quando leggeranno i nove racconti scelti ed editati dall’editore Velvet Hands (velvethands@email.it). Obiettivo di questa raccolta di racconti è quello di combattere l’ossessione per la perfezione esteriore, ritornando alla voglia di scoprire il vero Io che sonnecchia in ognuno di noi, tramortito da falsi valori e influenzato da un immaginario collettivo compromesso.

“La Signora degli Anelli e la Compagnia degli Anoressici” è un breve racconto, appartenente al sottogenere comic fantasy (fantasy umoristico), ambientato in un’improbabile Terra di Mezzo di tolkieniana memoria, che narra la storia di una ragazza poco avvenente e sovrappeso di nome Froda alle prese con i propri inestetismi e con un viaggio, in compagnia di Gollum, alla ricerca di un leggendario e miracoloso anello Bruciagrassi. Uno scritto semplice, irriverente, sarcastico e divertente in grado di trasportare in maniera apparentemente disimpegnata il lettore verso una “morale” finale liberatoria: la forma esteriore è fortemente legata al benessere interiore e all’equilibrio che ognuno di noi deve saper conquistare giorno dopo giorno con ironia e voglia di vivere. Il modello imposto dal marketing, così, viene inesorabilmente spiazzato dalla profonda conoscenza delle proprie potenzialità.

Scrive Randa Romero, psicologa e psicoterapeuta, nell’Introduzione: <<…Dalla ossessione per il proprio aspetto esteriore, sempre riferito ad un modello standard esterno, i protagonisti hanno la fortuna ed il coraggio, la saggezza e la conferma esterna, di arrivare a vivere se stessi dall’interno, dal centro di sé e recuperano, perciò, il senso della loro vita. Con storie corte, piccole frasi, brevi pennellate, questo libro riesce a generare una forte impressione. L’umanità, finalmente liberata dalla sua gabbia narcisistica, comunica al lettore il senso della presenza e del calore, ormai estinti nelle immagini che si affacciano ogni giorno da cartelloni e riviste…>>

L’eBook (in formato kindle, pdf, epub) è acquistabile direttamente da questo blog cliccando sul banner pubblicitario personalizzato “ACQUISTALO QUI” sotto riportato e collegato con PayPal. L’acquisto effettuato dal blog “Nigricante” determina un introito per l’autore Michele Nigro ricavabile dalle vendite.

Visita il minisito de “La Dieta Delkazz”

e scarica il tuo e-Book a nome di Nigricante!

BUONA LETTURA!

(quarta di copertina)

Per ulteriori informazioni contattare l’editore:

velvethands@email.it

“L’ultimo tramonto” su Delos 146

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , on 17 luglio 2012 by Michele Nigro

Riprendo con grande soddisfazione personale una notizia apparsa sul sito Fantascienza.com

Delos 146: narrativa dalla Rete

Esce lo speciale estivo di Delos, dedicato alla narrativa con racconti di scrittori fortemente legati alla Rete.

Anche quest’anno, il numero di luglio-agosto di Delos Science Fiction è interamente dedicato alla narrativa. Il filo conduttore che lega i racconti del numero speciale è che tutti gli autori sono fortemente legati alla rete e a Internet. Come scrive nell’introduzione Carmine Treanni: “Alcuni sono blogger e giornalisti web, altri hanno fondato riviste nate sulla Rete, altri scrivono webseries, altri ancora hanno fondato case editrici che si occupano di editoria digitale. Insomma sono tutti scrittori di fantascienza e proiettati anche nel futuro dell’editoria digitale.” E proprio al tema dell’editoria digitale è dedicata anche l’introduzione del curatore.

Gli autori di quest’antologia, dal titolo Improbabili universi, sono Giuseppe Cozzolino, Giovanni De Matteo, Arturo Fabra, Emanuele Manco, Marco Milani, Michele Nigro, Luigi Pachì e Francesco Troccoli. Ogni racconto è preceduto da una breve biografia dell’autore.

Il numero 146 di Delos è leggibile gratuitamente online all’indirizzo www.fantascienza.com/magazine/delos/146/. La copertina è di Tiziano Cremonini.

“Scritture Aliene n.4” su Fantasy Planet.it

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , on 7 febbraio 2012 by Michele Nigro

È comparsa a cura di Maurizio Vicedomini, sul sito Fantasy Planet, una interessante e approfondita recensione all’albo n.4 di “Scritture Aliene”. Non si tratta di una recensione “unitaria” e quindi sbrigativa ma particolareggiata: ogni singolo racconto riceve l’attenzione che merita. È sempre importante leggere le recensioni e conoscere il punto di vista dei lettori e dei critici: per ‘correggere il tiro’, per migliorarsi, per confrontarsi.

Segue la parte della recensione che interessa il mio racconto:

L’ultimo tramonto – Michele Nigro

In piena distopia, L’ultimo tramonto mostra una società votata alla felicità comune, che ha rinunciato al pensiero individuale per annullare la solitudine. In un certo senso – a seconda dei punti di vista – questa società potrebbe essere distopica, ma anche utopica. Pone al centro del discorso, nascosto nelle vicende del protagonista, la domanda: “a cosa si è disposti a rinunciare, per la felicità?“. Il breve racconto si svincola bene nel dubbio, fino alla risposta finale.

Dopo un preludio forse un po’ troppo lungo, il ritmo sostiene la vicenda. Il protagonista è caratterizzato bene, ma non a sufficienza da giustificare le sue ultime battute: forse qualche parola in più sull’ambientazione o sul pensiero del protagonista avrebbe aiutato in questo senso.

Il richiamo al 1984 di Orwell, maestro del genere, è lampante. Qui, però, sebbene dia quel senso di déjà vu, non preannuncia nulla sulla conclusione, quindi non disturba la lettura.

Per leggere l’intera recensione all’Albo 4: Fantasy Planet.it

È uscito “SCRITTURE ALIENE – ALBO 4”

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , on 21 gennaio 2012 by Michele Nigro

La fantascienza italiana è viva, vibrante e produttiva!

È finalmente scaricabile da qui e da qui il quarto albo di “Scritture Aliene”, collana di narrativa fantascientifica delle edizioni EDS curata da Vito Introna, già presentata in un altro post. La copertina di questo numero è stata ideata e realizzata da Luca Lanzetta.

Gli Autori presenti nell’eBook sono: Tommaso Russo, Michele Nigro, Stefano Roffo, Antonio Lanzetta e Viola Killerqueen Lodato.

Quelle che seguono sono delle sinossi fulminee riguardanti i 5 racconti contenuti nel quarto albo:

– Gli ultimi uomini vinceranno la loro guerra decennale contro un esercito di automi senzienti?
– E se la nostra vita fosse subordinata alla programmazione di un reality show?
– Quali gli effetti del teletrasporto sulla psiche umana?
– Una coraggiosa partigiana scamperà all’impari lotta contro un invasore che di umano reca solo la fisionomia?
– Un’affascinante androide divenuta cosciente di sé sfuggirà alle ferree regole della disattivazione?

Gli argomenti vi stuzzicano? Bene, allora correte ad acquistare il quarto albo di “Scritture Aliene” in formato eBook e leggete le nostre storie aliene. E non dimenticate di collezionare anche i primi tre albi già pubblicati e quelli che in futuro vedranno la luce. Passate parola!

Scaricabile anche da Amazon!

BUONA LETTURA!

La mia sigaretta olografica su “Fondazione 18”

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 10 gennaio 2012 by Michele Nigro

È in distribuzione il n.18 di “Fondazione”, Science Fiction Magazine (Anno XI) curata da Claudio Chillemi, Emilio Di Gristina, Enrico Di Stefano, Rosaria Leonardi, contenente in retroguardia anche un mio vecchio racconto olo-noir intitolato “Il tempo di una sigaretta”: un omaggio per nulla indiretto al ponte ologrammi di Star Trek e al grande Fred Buscaglione. Che c’entra Fred Buscaglione con Star Trek? Niente: questo è il bello della scrittura. Al di là dell’incontro tra elementi eterogenei, l’importante è il messaggio veicolato dalla voce narrante.

La suggestiva illustrazione di copertina è stata realizzata da Tiziano Cremonini.

In questo numero:

Editoriale – pag. 02 A cura della Redazione
Videogiochi
A.I. War – pag. 03 di Enrico Di Stefano
Racconti
Sull’Onda del Tempo – pag. 07 di Antonio Bellomi
Saggistica Fumetti
Alfonzo Azpiri, Sognatore Cinico – pag. 10 di Paolo Motta
Saggistica Fumetti
Chosp – pag. 11 di Paolo Motta
Racconti
Fantasmi – pag. 12 di Alberto Priora
Serie Televisive
Star Trek for Dummies – pag. 17 di Francesco Spadaro
Racconti
La Nostra Canzone – pag. 22 di Giuseppe Picciariello
Speciale
Le Schede Telefoniche e il loro Contributo alla SF – pag. 27 di Jean-Pierre Laigle
traduzione E. Di Stefano
Speciale
Come Sarà il Futuro della Terra – pag. 32 di Antonino Di Mari
Racconti
Il Tempo di una Sigaretta – pag. 43 di Michele Nigro

… e in più

Inserto Speciale “L’Anticipazione nei Fumetti degli Anni Trenta”
Parte seconda
di Bruno Caporlingua, contenente gli articoli:

– Biondine, Maghi e Cavernicoli alla conquista della 4ª Dimensione

– La Space Opera nei Comic Books

– La travagliata genesi dell’alieno Superman

– I Fumetti d’anticipazione dell’Era Fascista

– Il Fumetto Transalpino di anticipazione

——

Per spedire lettere, articoli, racconti, disegni
o richiedere la rivista scrivere a:
Rosaria Leonardi
via Marconi n° 36 95028 Valverde (CT)
oppure inviare una e-mail al recapito:
fondazionesf@tiscali.it

Scritture aliene

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on 3 novembre 2011 by Michele Nigro

Selezione nuova collana ‘Scritture aliene

Le Edizioni EDS-Domist annunciano l’apertura di una nuova collana DIGITALE, dedicata alla SF e strutturata come segue:

– Tutti gli albi saranno di isbn;

– Gli autori selezionati e pubblicati non dovranno pagare nulla e in nessun caso;

– Gli autori selezionati dovranno accettare le revisioni e le modifiche eventualmente apposte/suggerite al testo dallo staff della casa editrice;

– La liquidazione delle royalties agli autori avverrà su base annuale e pro quota, come da contratto stipulato con l’Editore;

– Eventuali trasposizioni degli albi su supporto cartaceo saranno oggetto di successivo bando integrativo.

Posta questa ‘brutale’ premessa, gli autori esordienti e non di SF interessati a partecipare alla collana sono invitati a postare i propri racconti, purché muniti delle seguenti caratteristiche:

– Formato doc o odt;

– Lunghezza minima 5 cartelle A4 e lunghezza massima 40 cartelle A4, ovvero 12-60 mila battute spazi inclusi;

Tema fantascientifico, con licenza di sconfinare nei generi paralleli Steam Punk, Cyber Punk, Urban fantasy, Weird. Evitate di postare scritti di generi differenti.

I manoscritti dovranno essere spediti via mail all’indirizzo fantascienzans@fastwebnet.it unitamente a una dichiarazione attestante la paternità dell’opera, le generalità dell’autore e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ex t.u. 196/03.

In calce all’opera dovrà essere riportata una breve biografia dell’autore inclusiva delle proprie esperienze letterarie, ove presenti (massimo 10 righe).

In caso di esito positivo delle selezioni l’autore sarà contattato dall’editore.

Vi aspettiamo numerosi, buon lavoro.

Marco Milani

Presidente Associazione Culturale ‘Diversa Sintonia’

Vito Introna

Curatore di collana

Guido Davico Bonino e “La letteratura fantastica italiana”

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 31 ottobre 2011 by Michele Nigro

Si è rivelato interessante e piacevole fin dalle prime battute l’excursus proposto il giorno 27 ottobre 2011 all’Università di Salerno dal prof. Guido Davico Bonino sulla letteratura fantastica italiana: una tematica che è stata curata in maniera sistematica dagli italianisti del nostro Paese solo a partire dagli anni ’20 e ’30 dello scorso secolo.

La “cicalata” sul fantastico italiano – come ha ribattezzato lo stesso Davico Bonino la sua dotta relazione – è partita da quelli che potremmo definire gli albori e non si è limitata a un’analisi ‘locale’ del genere letterario ma ha preso forza dall’inevitabile considerazione delle esperienze europee e mondiali che di seguito hanno influenzato positivamente gli autori italiani.

Sin dal ‘500 singolari scrittori hanno espresso la loro capacità creativa nell’ambito del fantastico.

Il primo nome illustre a cadere nella ‘rete’ del relatore è stato quello di Giovan Francesco Straparola (1480-1557?) che con la sua raccolta di racconti boccacceschi intitolata “Le piacevoli notti” introduce nella tradizione letteraria della penisola italica l’elemento fantastico. Senza tralasciare, in ordine cronologico, il famoso “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile (1566-1632) e le opere teatrali di Carlo Gozzi (1720-1806). Sarebbe stato pleonastico ribadire che questi autori classici con le loro opere rappresentano un tipo di fantastico che potremmo definire ‘primordiale’: il racconto fantastico di quei secoli coincide quasi sempre con una fiaba in cui è contenuto un “senso del meraviglioso” veicolato da animali introvabili in natura, piante mostruose, luoghi inimmaginabili, situazioni fisiche paradossali… Alcuni secoli più tardi, tuttavia, il saggista Cvetan Todorov (1939 – vivente) nella sua opera “La letteratura fantastica” avvertirà l’esigenza di mettere un po’ d’ordine affermando: <<bisogna distinguere tra ‘meraviglioso’ e ‘fantastico’>>

La Francia, dal punto di vista del genere fantastico, ha svolto l’importante funzione di ‘nazione apripista’: partendo da Charles Perrault, passando per Jean Cocteau, Jules Verne fino a un ‘insospettabile’ Émile Zola.

Non da meno la Germania con Ernst Theodor Amadeus Hoffmann (1776-1822): giurista, scrittore e compositore; personaggio geniale e al tempo stesso discutibile, dedito all’abuso di alcolici e particolarmente interessato alle giovanissime donne! Tutta l’opera narrativa di Hoffmann (in 7 anni, dal 1815 al 1822, scrisse oltre 2000 pagine di romanzi e racconti, tutti fantastici) fu tradotta da Carlo Pinelli, fratello di Tullio, per l’Einaudi. Doveroso ricordare almeno la raccolta di Hoffmann intitolata “Fantasie alla maniera di Callot” (Fantasiestücke in Callots Manier, 4 volumi) scritti a partire dal 1814 e contenente il racconto “Il vaso d’oro”, tradotto nel 1824 da Thomas Carlyle.

A nutrirsi delle opere di Hoffmann sarà anche l’americano Edgar Allan Poe e dimostrerà di essere stato influenzato dall’autore europeo, tanto da farne il suo modello e il suo ideale, pubblicando nel 1840 i “Racconti del grottesco e dell’arabesco” (Tales of the Grotesque and Arabesque). In Francia l’autore de “I fiori del male”, Charles Baudelaire, all’età di venticinque anni legge Poe, ne rimane folgorato e lo traduce integralmente in francese dimostrando una certa devota ossessione.

Ala liberale dei Romantici, di cui fa parte anche Victor Hugo, sempre in Francia, lo scrittore di racconti fantastici Charles Nodier, bibliotecario della Biblioteca dell’Arsenale di Parigi, crea un cenacolo letterario che riunisce dal 1824 al 1836 penne del calibro di François-Adolphe Loève-Veimars che traduce in francese tutte le opere di Hoffmann.

Baudelaire scrive due saggi su Edgar Allan Poe e in generale si fa lentamente strada l’idea che le novelle brevi (non troppo brevi, però) sotto certi aspetti valgono più di una novella lunga o addirittura di un romanzo: la virtù insita nella sintesi che caratterizza il racconto breve diventa preponderante, perché ha il vantaggio immenso di accrescere l’effetto finale sul lettore. Anche se lo stesso Poe non rimane estraneo alla forma del romanzo, come dimostra la pubblicazione della “Storia di Arthur Gordon Pym”. Sin dall’ ‘800 la novella è il genere letterario preferito dagli scrittori francesi di fantastico. E non solo francesi.

All’appello non possono mancare i racconti fantastici di Théophile Gautier e quelli di altri due ‘insospettabili’ francesi: i venticinque tra racconti e romanzi squisitamente fantastici di Honoré de Balzac (del quale, dopo morto, si disse: “È morto il San Gottardo degli scrittori realisti”) e i cinquanta racconti fantastici (prelevati da un corpus di trecentocinquanta racconti) appartenenti a un altro grande personaggio della letteratura francese, Guy de Maupassant.

L’autore di origini francesi Adelbert von Chamisso scrisse nel 1814 un racconto che narra di un uomo senza ombra (venduta al demonio!) e intitolato “Storia straordinaria di Peter Schlemihl”. Molti di questi Autori sono stati tradotti in italiano.

Sergio Luzzatto e Gabriele Pedullà, curando per l’Einaudi l’Atlante della letteratura italiana, hanno preso in considerazione anche le ‘tracce fantastiche’ presenti nella storia della nostra letteratura. Tommaso Zanotti, invece, in maniera certosina ha elencato le traduzioni delle opere fantastiche tradotte in lingua italiana, da quando è nato negli italiani un certo interesse nei confronti di questo genere letterario, fino ai giorni nostri.

Ma è possibile individuare un preciso momento storico in cui collocare la nascita del fantastico italiano?

Continua a leggere

Gli “epigoni” di Fredric Brown

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 29 maggio 2011 by Michele Nigro

L’avevo preannunciato alcune settimane fa: è finalmente ordinabile l’antologia di racconti brevissimi “Il Magazzino dei Mondi” (collana Fantascienza.com n.18 – Delos Books, a cura di Franco Forte contenente 181 racconti di fantascienza, tra cui il mio intitolato “Un posto al sole” e da alcuni considerato più fantasy (heroic fantasy con ambientazione in stile planetary romance?) che sci-fi vero e proprio, liberamente ispirato alla notizia scientifica (vera!) riguardante la scoperta del pianeta Gliese 581g, simile alla Terra e caratterizzato dal fatto che “mostra sempre la stessa faccia al suo sole e quindi metà della superficie si trova perennemente al buio e al freddo”.

Affermava con un po’ di sana malizia Faulkner: chi non sa fare poesie scrive racconti, chi è inadatto al racconto ripiega sul romanzo. Aggiungerei io, contraddicendo in parte il noto scrittore: chi scrive racconti brevi (o brevissimi) deve saper unire la sintesi e l’istantaneità della poesia alla capacità descrittiva del romanziere. Fornire tutti gli elementi che servono al funzionamento della storia, utilizzando poco spazio: un compito non facile e che non sempre riesce. Io c’ho provato!

Dal sito della DelosBooks:  “Chi non ricorda i racconti brevi (ad esempio “La sentinella”, nota del blogger), fulminanti, di Fredric Brown? Piccoli gioielli forse inarrivabili, che toccavano le mille sfaccettature del fantastico e della fantascienza, facendoci divertire e appassionare. Questo Il Magazzino dei Mondi vuole essere un tributo al grande maestro della narrativa breve di fantascienza, e lo fa attraverso 181 racconti scritti da 181 autori diversi, un’impresa condotta a lieto fine sul forum online della Writers Magazine Italia, dove gli autori si sono confrontati con la redazione in una kermesse letteraria di altissimo profilo, che ha dato vita a questa stimolante raccolta. La fantascienza italiana è ancora viva e piena di giovani autori capaci di scriverla, come dimostra Il Magazzino dei Mondi.”

È pronta l’antologia “Racconti del venticinquennale”

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 24 maggio 2011 by Michele Nigro

Dal sito di “Future Shock”, la presentazione dell’antologia da parte di Antonio Scacco:

<<Sono trascorsi 25 anni (1986) di esistenza in vita di “Future Shock”. Per celebrare la ricorrenza, è stata pubblicata un’antologia di racconti curata dal sottoscritto. S’intitola Racconti del venticinquennale (pp.200) ed è impreziosita da numerosi disegni in b/n. E’ composta da 22 racconti ed è preceduta da una mia introduzione, Le ragioni di una longevità, in cui spiego le ragioni della longevità della mia fanzine, concludendo che l’emarginazione della fantascienza scritta è un errore madornale, oltre che essere indizio di grave pregiudizio. Galileo, ironizzando sui timori che avevano i peripatetici nell’accettare la dottrina eliocentrica, faceva dire a Simplicio, nel Dialogo sui Massimi sistemi: «Questo modo di filosofare tende alla sovversione di tutta la filosofia naturale, ed al disordinare e mettere in conquasso il cielo e la terra e tutto l’universo». Mai parole furono più profetiche! Da più di quasi quattro secoli, per effetto della rivoluzione scientifica galileiana, la storia dell’umanità sembra essere presa nel vortice di una forza inarrestabile che continuamente ne rimodella valori e istituzioni, conoscenza e modelli comportamentali, livelli occupazionali e classi sociali. È un vero e proprio shock culturale, di cui la fantascienza si fa portavoce, come nella selezione dei racconti, qui presentati.

Le tematiche dei racconti riflettono i problemi, i timori e le ansie, suscitati nell’homo tecnologicus dall’avvento della scienza moderna: l’astronautica (Naufrago di F.Forte, Turbare il cielo di E.Leonardi, Pancetta affumicata di M.Nigro); gli alieni (Un piccolo equivoco di M.Cassini, Il colore del tempo di A.Cola, Cacciatori di P.Gai, Chiara e l’Oscuro di F.Massa); le catastrofi naturali (La balena di M.Del Pizzo); la disumanizzazione (Umanità di M.Feola, La macchina di B.Massaro, Coma di G.Pagliarino); l’ingegneria genetica (Imperfezioni di A.Petrino); l’intelligenza artificiale (Promlunà di P.Brera, Un piccolo miglioramento di V.Garzillo, Non bisogna far piangere i calcolatori di D.Volpi); la manipolazione del cervello (Pistolero solitario di S.Faré);  la persecuzione religiosa (L’eterno ritorno dell’uguale di E.Modena); il rapporto uomo/donna (Solo una leggera influenza di L.Picchi, Le colline di Kristina di C.Tinivella); i viaggi nel tempo (Il paradosso del crononauta di R.Casazza, Time Wide Web di G.Zurlo); l’ucronia (Pratica 203 di P.Prosperi). Per tirannia di spazio, ho dovuto escludere tanti racconti, pubblicati, nell’arco di cinque lustri, sulle pagine di “Future Shock”, ugualmente interessanti e validi. E la cosa mi rammarica. Ma non è detto che non decida, se questa antologia dovesse avere buona accoglienza tra i lettori, di vararne una seconda, in cui inserire tutti i racconti esclusi nella prima selezione. Avviso, infine, che Racconti del venticinquennale è un’edizione fuori commercio e che è offerta in omaggio a quanti decidessero di sostenere per non meno di 6 (sei) numeri la mia fanzine, secondo le modalità esposte in questo link.>>

Micropulp n.1 – anno I, maggio 2011

Posted in nigrologia with tags , , , , , , , , , , on 28 aprile 2011 by Michele Nigro

Dopo l’esperienza pilota del n.0, a cui ho dedicato già un post nei giorni scorsi, esce finalmente anche il n.1 della fanzine “Micropulp” (contenente il mio racconto breve “Un posto al sole”) ideata e curata da Vincenzo Barone Lumaga e che si occupa di narrativa di genere (weird, sci-fi, noir, thriller…). Hanno collaborato alla nascita di questo primo numero: Raffaele Serafini, Michele Nigro, Gordiano Lupi, Giuseppe Felice Cassatella, Valchiria Pagani, Luigi Musolino, Ian Delacroix, Angelo Benuzzi, Piergiorgio Pulisci. Una piccola anticipazione: sul n.2 di giugno sarà pubblicato il mio racconto noir intitolato “Il missionario”.

“Micropulp” è distribuito gratuitamente anche in forma cartacea presso: Associazione Culturale Tunnèl (Napoli, Vico Lazzi a S. Chiara); Associazione Nati 2 volte (Torre del Greco, Via G. Marconi, 32); Libreria Tuttoscuola (Torre del Greco, Via G. Marconi, 13).
Il n.1 di “Micropulp” può essere letto anche su questo blog:
Micropulp n.1
O può essere scaricato direttamente da Scribd!
Buona lettura!
Pomeriggi perduti

quasi un litblog di Michele Nigro

adrianazanese

Just another WordPress.com site

POLISCRITTURE

laboratorio di cultura critica a cura di Ennio Abate

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

Leggo e cammino

Amo leggere, amo camminare e amo fare le due cose insieme (non è così difficile come sembra)

Maria Pina Ciancio

Quaderno di poesia on-line

LucaniArt Magazine

Riflessioni. Incontri. Contaminazioni.

Fantascritture - blog di fantascienza, fantasy, horror e weird di gian filippo pizzo

fantascienza e fantastico nei libri e nei film (ma anche altro)

Le parole e le cose²

Letteratura e realtà

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

internopoesia.com/

Il blog di Interno Poesia

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

Iannozzi Giuseppe -scrittore, giornalista, critico letterario - blog ufficiale

Emanuele-Marcuccio's Blog

Ogni poesia nasce dalla meraviglia...

DEDALUS: corsi, testi e contesti di volo letterario

Appunti e progetti, tra mura e spazi liberi

i sensi della poesia

e in pasto diedi parole e carne

La Camera Scura - il blog di Vincenzo Barone Lumaga

Parole, storie, pensieri, incubi e deliri

La Mia Babele

Disorientarsi..per Ritrovarsi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: